Prima della terapia

Prima di recarvi al vostro appuntamento, riflettete su cosa aspettarvi dalla terapia e su come intendete parlarne con il vostro dermatologo.

Prendete nota di quali siano gli effetti della psoriasi sulla vostra vita nel corso di una giornata, di una settimana, di un mese o di un anno. Non dovrebbero essere tenuti in considerazione solo i sintomi fisici, ma anche tutti gli effetti sull’emotività o sul comportamento.

Durante la terapia, annotate le eventuali domande da porre al vostro dermatologo, che vi aiuterà ad inquadrare le difficoltà nella vita quotidiana o, se necessario, vi consiglierà come adeguare la terapia.

Obiettivi e aspettative da parte vostra

Dovreste riflettere a proposito di questi punti prima del colloquio con il vostro dermatologo. Considerate i vostri obiettivi personali e le vostre aspettative: desiderate alleviare del tutto i vostri sintomi o vi renderebbe già soddisfatti una diminuzione dei sintomi della psoriasi nelle zone visibili, come ad esempio sulle mani o sul viso? Pensate a come il dermatologo possa aiutarvi a raggiungere questi obiettivi: a livello ideale, la terapia della psoriasi è un processo di collaborazione tra voi, in quanto pazienti, e il vostro dermatologo.

Prima della terapia

  • Riflettete su cosa aspettarvi dalla terapia e su come parlarne con il vostro dermatologo.
  • Prendete nota di quali siano gli effetti della psoriasi sulla vostra vita nel corso di una giornata, di una settimana, di un mese o di un anno. 
  • Durante la terapia, annotate le eventuali domande da porre al vostro dermatologo.
  • Il vostro dermatologo vi aiuterà ad inquadrare le difficoltà nella vita quotidiana o, se necessario, vi consiglierà come adeguare la terapia.

Durante la terapia

Nel corso della terapia, cercate di parlare della vostra malattia e delle vostre emozioni nel modo più aperto e sincero possibile. Cercate di assumere un atteggiamento aperto nei confronti delle nuove possibilità terapeutiche.

I progressi nella ricerca dermatologica hanno fatto sì che oggi esista una quantità molto maggiore di opzioni rispetto al passato.
Tenete a mente le vostre aspettative di successo terapeutico e non abbiate paura di porre domande.
Il colloquio con il vostro dermatologo può essere molto chiarificatorio, se vi mostrate rilassati.

  • Se non riuscite più a seguire la conversazione, chiedete al dermatologo di parlare in modo più lento e comprensibile, o all’occorrenza di ripetere quanto detto. Potete anche richiedere informazioni scritte, da poter rileggere a casa in tranquillità.
  • Portate con voi un taccuino e una penna, per poter prendere appunti. 
  • Se può esservi d’aiuto, chiedete ad un amico o ad un familiare di accompagnarvi, in modo da avere un sostegno morale. In caso di incertezze durante il colloquio con il vostro dermatologo, chiedete subito spiegazioni per ricevere una risposta immediata.
  • Ciò è particolarmente importante quando il dermatologo vi prescrive nuove terapie che non conoscete, per assicurarvi di attuarle nel modo corretto.

La psoriasi necessita spesso di una terapia a lungo termine o permanente: chiedete subito al vostro dermatologo di prenotare gli appuntamenti successivi, in modo da poter discutere del decorso della terapia.

Durante la terapia

  • Nel corso della terapia, cercate di parlare della vostra malattia e delle vostre emozioni nel modo più aperto e sincero possibile. Cercate di assumere un atteggiamento aperto nei confronti delle nuove possibilità terapeutiche.
  • I progressi nella ricerca dermatologica hanno fatto sì che oggi esista una quantità di opzioni molto maggiore rispetto al passato.
  • Tenete a mente le vostre aspettative di successo terapeutico e non abbiate paura di porre domande.                                           
La vostra terapia attuale e la vostra storia terapeutica

Al colloquio con il dermatologo, portate con voi tutti i medicamenti che utilizzate: qualora il vostro medico di base vi avesse già prescritto una serie di medicamenti per la terapia della psoriasi, contattate lo studio e richiedete una lista dei trattamenti finora utilizzati. Questo aiuta il vostro dermatologo ad escludere tutte le opzioni terapeutiche che già in passato non si sono mostrate efficaci.

Valutate se è per voi possibile seguire la terapia secondo la prescrizione del medico, o se vi risulta problematico.

  • Ad esempio, riuscite ad applicare creme su zone della schiena difficili da raggiungere? Per questo, talvolta, dimenticate di applicare la crema?
Dopo la visita

Anche dopo la visita, non perdete di vista i vostri obiettivi!

Accordatevi su una visita di controllo per discutere dei vostri progressi.

Tenete sempre a mente i vostri progressi, compresi i miglioramenti dei sintomi, le vostre emozioni e la vostra vita quotidiana.

Portate a casa lo spirito positivo della visita!

Continuate a seguire i sintomi della psoriasi, le vostre emozioni e la vostra vita quotidiana.

  • In questo modo offrirete a voi stessi e al vostro dermatologo una visione chiara dei successi terapeutici, e gli eventuali adeguamenti si potranno discutere meglio insieme.

Dopo la visita

  • Anche dopo la visita, non perdete di vista i vostri obiettivi! 
  • Accordatevi su una visita di controllo per discutere dei vostri progressi.
  • Tenete sempre a mente i vostri progressi, compresi i miglioramenti dei sintomi, le vostre emozioni e la vostra vita quotidiana. 
Le vostre esperienze attuali

Scrivete un elenco per annotare in che modo la psoriasi si manifesta nel corso di un giorno, di una settimana o di un anno.

  • Si può trattare di sintomi fisici, delle vostre emozioni o degli effetti sulle vostre attività quotidiane.
Prendete nota, preferibilmente a ritmo giornaliero o settimanale, di quando i sintomi sono più forti e di quali conseguenze abbiano sulla vostra vita e sul vostro umore.
  • I momenti principali, o che si ripresentano regolarmente, possono così essere riassunti e comunicati al vostro dermatologo.
Si consiglia di fotografare le zone del corpo in cui la psoriasi è più evidente o che per voi risultano le più sgradevoli
  • Le fotografie possono essere particolarmente utili nel caso di sintomi recidivanti della psoriasi, ossia che compaiono e scompaiono rapidamente, affinché il dermatologo possa avere un quadro completo della vostra malattia già alla prima visita. 

RIMANETE OTTIMISTI!

È importante mantenere un atteggiamento positivo, anche quando ci si deve confrontare con una situazione difficile. L’ottimismo può incidere positivamente sulla qualità in relazione alla salute.

Quando si tratta della vostra vita e delle vostre esperienze con la psoriasi, gli esperti siete voi: e sarete proprio voi a porre le domande e ottenere le risposte di cui avete bisogno.

Potete riuscirci così: raccogliete sufficienti informazioni sulle vostre condizioni, in modo da poter affrontare il colloquio informati e sicuri di voi stessi. Affrontate il tema della psoriasi nel modo più aperto e sincero possibile, pensando a come la malattia incida sulle vostre emozioni e sulla vostra quotidianità. Ponetevi degli obiettivi, discutete con il dermatologo delle vostre aspettative e accordatevi sugli obiettivi terapeutici prima di iniziare nuovi trattamenti.